Servizio a Tutele Graduali per Clienti Domestici non vulnerabili

 

Il servizio a tutele graduali per clienti domestici non vulnerabili, definito dalla delibera 362/2023/R/eel di ARERA, sarà erogato su tutto il territorio nazionale a partire dal 1°luglio, da fornitori individuati attraverso specifiche procedure concorsuali. Questo servizio sarà destinato a tutti i Clienti Domestici non vulnerabili che entro luglio 2024 non avranno ancora un fornitore di energia elettrica sul mercato libero.

 

Dal 1° luglio 2024, Illumia, in quanto vincitrice di 3 lotti, sarà il fornitore di Energia Elettrica per le seguenti province:

  • Provincia di Roma (escluso il comune)
  • Firenze
  • Comune di Torino
  • Como
  • Varese
  • Provincia di Napoli (escluso il comune)
  • Nuoro
  • Sassari

 

Il servizio avrà durata fino al 31/03/2027 ma il cliente finale ha la libertà di scegliere in qualsiasi momento un fornitore sul mercato libero.

 

Chi sono i clienti domestici non vulnerabili?

I clienti non vulnerabili sono tutti coloro che NON rientrano nella categoria definita “clienti vulnerabili” ai sensi del decreto legislativo 210/21.

 

Nel dettaglio, sono considerati clienti vulnerabili i clienti domestici che:

  • si trovano in condizioni economicamente svantaggiate (ad esempio percettori di bonus);
  • versano in gravi condizioni di salute tali da richiedere l’utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche alimentate dall’energia elettrica (oppure presso i quali sono presenti persone in tali condizioni);
  • sono soggetti con disabilità ai sensi dell’articolo 3 legge 104/92;
  • hanno un’utenza in una struttura abitativa di emergenza a seguito di eventi calamitosi;
  • hanno un’utenza in un’isola minore non interconnessa;
  • hanno un’età superiore ai 75 anni.

Passa al Mercato Libero con Illumia

Prezzo Garantito Web è l’offerta luce a prezzo fisso che blocca il prezzo luce per 12 mesi. Che aspetti, attiva ora e sfrutta il bonus benvenuto di 15€ sulla prima fattura.

Scopri Prezzo Garantito Web

Sei un nuovo cliente Illumia nel Servizio a Tutele Graduali?
Ecco delle informazioni che ti saranno utili

Come sapere se sei cliente Illumia?

Riceverai una comunicazione di benvenuto via posta e se abbiamo un indirizzo e-mail valido, riceverai la comunicazione anche tramite e-mail.

Come riceverai la fattura?

Nelle stesse modalità con cui la ricevevi con il tuo precedente fornitore. Noi di Illumia ti consigliamo sempre la fatturazione elettronica.

Come dovrai pagare la fattura?

Pagherai con la stessa modalità che avevi col precedente fornitore. Se avevi scelto l’addebito diretto, il mandato avrà efficacia dal 2 settembre.

Hai altri dubbi o domande?

Per avere maggiori informazioni puoi chiamare il nostro Servizio Clienti dedicato o richiedere una consulenza personalizzata.

Informazioni importanti sul metodo di pagamento

 

Domiciliazione bancaria
Il decreto-legge 181/2023 prevede che, al fine di garantire la continuità della fornitura elettrica nonché la regolarità dei relativi pagamenti, l’autorizzazione all’addebito diretto sui conti di pagamento o su strumenti di pagamento, rilasciata dal cliente domestico per il pagamento delle fatture per la fornitura di energia elettrica si intende automaticamente rinnovata.

 

Quindi, per i clienti che avevano la domiciliazione bancaria su conto corrente con il precedente gestore, continueranno a pagare con le medesime modalità e l’addebito avverrà a partire dal 2 settembre 2024.

 

Naturalmente è possibile revocare in qualsiasi momento l’autorizzazione all’addebito diretto e per farlo i clienti si dovranno rivolgere direttamente alla loro banca: in questo caso, eventuali fatture emesse dal precedente gestore dovranno essere pagate in altro modo.

Se si intende revocare l’autorizzazione all’addebito diretto sarà possibile pagare le bollette con le seguenti modalità:

 

Bonifico Bancario:

  • Banca: Cherry Bank
  • Beneficiario: Illumia S.p.A.
  • Iban: IT04K0336568020000000001259
  • Bic/Swift (solo per pagamenti dall’estero): TRVEIT2P
  • Causale: indicare il numero fattura e il codice cliente

 

Bollettino presso Ufficio Postale:

  • Numero Conto Corrente: 5878017
  • Intestatario: Illumia S.p.A.
  • Causale: indicare il numero fattura e il codice cliente

 

Illumia si impegna ad inviare un avviso di pre-notifica dell’addebito diretto, entro 14 giorni prima della data di addebito, tramite fattura.

 

Si ricorda che il cliente ha diritto di richiedere il rimborso se questo viene esercitato entro le otto settimane dalla data in cui sono stati addebitati i fondi, conformemente agli artt. 13 e 14 del decreto legislativo 11/10, nel caso di operazioni autorizzate, ed entro tredici mesi dalla data di addebito dei fondi per operazioni non autorizzate o non eseguite correttamente (ai sensi dell’articolo 9 del medesimo decreto legislativo 11/10).

Hai qualche dubbio?
Contattaci al Servizio Clienti dedicato

Puoi contattarci dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00
(ad esclusione dei giorni festivi)

Da telefono fisso

Puoi contattarci da telefono fisso al numero 800 60 60 60

Da cellulare

Puoi contattarci dal tuo cellulare al numero 051 600 80 66

Indirizzo E-Mail

Scrivici una mail all’indirizzo tutelegraduali@illumia.it

Prenota un appuntamento con un referente dedicato per richiedere una consulenza personalizzata.

Condizioni del Servizio a Tutele Graduali Domestici

+Condizioni Contrattuali

Le condizioni contrattuali che saranno applicate ai clienti serviti in tutele graduali sono definite dall’ARERA e corrispondono a quelle delle offerte a Prezzo Libero a Condizioni Equiparate di Tutela (offerte PLACET) per i clienti finali domestici di energia elettrica (Allegato A alla deliberazione ARERA 555/2017/R/com). Clicca qui per visualizzare il documento.

+Condizioni Economiche

Le condizioni economiche che saranno applicate ai clienti serviti in tutele graduali sono definite dal TIV (Allegato A alla deliberazione 362/2023/R/eel e s.m.i.) e saranno come di seguito articolate:

 

1. Corrispettivi per la materia energia:

Corrispettivo CELD (corrispettivo energia elettrica) è il corrispettivo, espresso in centesimi di euro/kWh, a copertura dei costi di acquisto dell’energia elettrica all’ingrosso applicato nel Servizio a Tutele Graduali per i clienti Domestici non vulnerabili.

Il corrispettivo CELD è determinato dalla formula:

PUN * (1+λ) dove:

– l’indice PUN (Prezzo Unico Nazionale, definito ai sensi dell’articolo 30, comma 4, lettera c della Delibera ARERA n. 111/06 s.m.i.) sarà determinato dalla media aritmetica mensile delle quotazioni orarie nel mese di fatturazione rilevato, in base alle fasce orarie applicate al cliente; tutti i valori del PUN sono consultabili sul sito www.mercatoelettrico.org.

– λ è il valore delle perdite di rete quantificate come stabilito dall’ARERA (10% per le forniture in bassa tensione);

– Per i punti di prelievo trattati per fasce ed orari, verrà utilizzata la media aritmetica mensile dei prezzi di borsa (PUN) delle ore appartenenti a ciascuna fascia oraria (1) nel mese (fasce orarie da delibera 181/06 e s.m.i.);

– Per i punti di prelievo trattati monorari, verrà utilizzata la media aritmetica mensile dei prezzi di borsa nelle ore appartenenti a ciascun mese.

Corrispettivo CDISPD (corrispettivo di dispacciamento) è il corrispettivo, espresso in centesimi di euro/kWh, a copertura dei costi di dispacciamento per l’energia elettrica all’ingrosso, inclusi gli oneri netti di approvvigionamento della capacità di cui al Titolo 3 della deliberazione ARG/elt98/11, al netto del corrispettivo di sbilanciamento effettivo e del corrispettivo di aggregazione delle misure, applicato nel servizio a tutele graduali per i clienti domestici non vulnerabili. È determinato come prodotto tra il parametro λ di cui al comma 10.5 del TIV e la somma del corrispettivo di capacità di cui al comma 48.9 del TIV e dei corrispettivi applicati da Terna per il servizio di dispacciamento, ad eccezione del corrispettivo di sbilanciamento effettivo di cui all’articolo 23 del TIS, del corrispettivo a copertura dell’onere netto di approvvigionamento della capacità di cui all’articolo 23bis del TIS e del corrispettivo di aggregazione misure di cui all’articolo 15 del TIS.

Corrispettivo CSED (corrispettivo di sbilanciamento) è il corrispettivo, espresso in centesimi di euro/kWh, finalizzato alla copertura dei costi di sbilanciamento di un operatore efficiente applicato nel Servizio a Tutele Graduali per i Domestici non vulnerabili. Il valore, pari a 0,00056€/kWh, è determinato dall’Autorità prima delle procedure concorsuali per l’assegnazione del Servizio a Tutele Graduali ed è mantenuto fisso per tutto il periodo di assegnazione del servizio.

Corrispettivo CPSTGD è il corrispettivo, espresso in centesimi di euro/kWh, a copertura dei saldi di perequazione relativi al Servizio a Tutele Graduali per i clienti Domestici non vulnerabili, aggiornato dall’Autorità e pari al valore di cui alla Tabella 22 del TIV.

Parametro γ è il parametro, espresso in centesimi di euro/punto di prelievo/anno per i punti di prelievo della tipologia contrattuale di cui al comma 2.3, lettera a), applicato ai clienti in tutele graduali per i clienti domestici non vulnerabili nel periodo di assegnazione del servizio. Il parametro γ è determinato dall’Autorità a valle delle procedure concorsuali di cui alla deliberazione 362/2023/R/eel, come media ponderata, rispetto alla stima del numero di punti di prelievo delle aree territoriali di assegnazione del servizio a tutele graduali, dei prezzi di aggiudicazione delle aree determinatisi in esito alle predette procedure concorsuali. Tale parametro è aggiornato con cadenza annuale in funzione del numero di punti di prelievo riforniti nel servizio a tutele graduali delle diverse aree territoriali.

 

2. Corrispettivi per il trasporto energia, gestione contatore e oneri di sistema

Saranno applicati al Cliente gli oneri relativi al servizio di trasmissione, distribuzione, misura e gli oneri di sistema (componenti ASOS e ARIM), servizio di aggregazione delle misure. Gli oneri di sistema includono la componente Asos, che serve per finanziare il sistema di incentivi riconosciuti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e da cogenerazione. È a carico di tutti i clienti elettrici. I corrispettivi sopracitati sono stabiliti dall’ARERA e soggetti a periodico aggiornamento. Il Cliente si impegna a corrispondere tutte le ulteriori componenti tariffarie e gli oneri di sistema eventualmente stabiliti dall’ ARERA o da diversa Autorità competente, di volta in volta applicabili.

 

3. Altri corrispettivi

Nel caso di scelta di pagamento tramite Bollettino Postale, mancato allineamento o revoca dell’autorizzazione all’addebito in conto, il Cliente si impegna a versare un deposito cauzionale nell’ammontare indicato nella Del. ARERA 200/99 e nella Del. ARERA 229/2001 e s.m.i., ovvero: 11,50 € ogni kW di potenza impegnata per clienti domestici, 15,50 € ogni kW di potenza impegnata per clienti BT altri usi, importo equivalente a circa un mese di fornitura per clienti di diversa tipologia. Nel caso in cui il Cliente richieda prestazioni tecniche o commerciali, Illumia applicherà i costi imposti dal Distributore al Fornitore secondo quanto stabilito dalla Del. ARERA 616/2023 e un contributo in quota fissa, pari a € 23,00, per la Voltura a copertura degli oneri di gestione.

 

4. Imposte e tasse

Il cliente è tenuto, infine, al pagamento dei tributi e delle imposte previste dalla normativa fiscale vigente, non inclusi nei corrispettivi di cui sopra.

+Durata del servizio

Il servizio avrà durata fino al 31/03/2027. La sua natura transitoria è funzionale a garantire la continuità di fornitura, in ragione della fine della tutela di prezzo, per i clienti domestici non vulnerabili che non hanno ancora un fornitore a libero mercato.

 

Il servizio può terminare anticipatamente:

  • a seguito della sottoscrizione di un nuovo contratto. In tal caso il cliente non dovrà esercitare il diritto di recesso verso Illumia SpA, in quanto il Servizio a Tutele Graduali terminerà nel momento in cui sarà perfezionato il passaggio al mercato libero;
  • a seguito della chiusura del punto di fornitura su richiesta del cliente finale. In tal caso la fornitura terminerà con il compimento dell’esecuzione della prestazione tecnica da parte del distributore.

Documenti Utili Clienti Domestici non Vulnerabili

Ecco le risposte ad alcuni dei dubbi più frequenti

+Cosa è il Servizio a Tutele Graduali per i Domestici Non vulnerabili?

Il Servizio a Tutele Graduali è un’iniziativa messa in atto da ARERA per agevolare la transizione al mercato libero dell’energia elettrica, successivamente alla sospensione della tutela di prezzo (noto come mercato tutelato). Questo servizio sarà applicato a tutti i clienti domestici non vulnerabili che, entro luglio 2024, non avranno ancora selezionato un fornitore di energia elettrica nel mercato libero.

+Devo fare qualcosa per sottoscrivere l’offerta?

No, non è necessario sottoscrivere nessun contratto, l’attivazione del Servizio avviene automaticamente e senza interruzione della fornitura.

+Posso rimanere all’interno del servizio di maggior tutela?

No, non è possibile rimanere nel servizio di maggior tutela, a meno che non si rientri nella categoria dei clienti vulnerabili.

Puoi scegliere di passare in qualsiasi momento al Mercato Libero sottoscrivendo un’offerta dedicata.

+Chi sono i clienti vulnerabili?

Sono considerati clienti vulnerabili di energia elettrica i clienti domestici che, alternativamente:

  • si trovano in condizioni economicamente svantaggiate (ad esempio percettori di bonus)
  • versano in gravi condizioni di salute tali da richiedere l’utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche alimentate dall’energia elettrica (oppure presso i quali sono presenti persone in tali condizioni)
  • sono soggetti con disabilità ai sensi dell’articolo 3 legge 104/92
  • hanno un’utenza in una struttura abitativa di emergenza a seguito di eventi calamitosi
  • hanno un’utenza in un’isola minore non interconnessa
  • hanno un’età superiore ai 75 anni
+Cosa succede se sono in fornitura con Illumia e divento vulnerabile?

Se diventi cliente domestico vulnerabile perchè, ad esempio, hai compiuto 75 anni, non dovrai fare nulla in quanto passerai automaticamente al Servizio di Maggior Tutela.

 

Nelle altre casistiche, dovrai comunicare la tua condizione di vulnerabilità al tuo fornitore.

+Come si comunica la condizione di vulnerabilità?

Il cliente servito in maggior tutela che non sia stato identificato come vulnerabile, pur rispettando i criteri di vulnerabilità, deve comunicarlo al proprio fornitore compilando il modulo che riceverà anche dal proprio esercente la maggior tutela in due comunicazioni tra settembre 2023 e giugno 2024, così da continuare a essere servito nel servizio di maggior tutela.

 

Il modulo con cui attestare la condizione di vulnerabilità è disponibile sul sito dell’Autorità e dovrà essere compilato in tutte le sue parti in modo da evidenziare in quale delle casistiche si rientra.

 

Puoi scaricare il modulo qui.

+Posso scegliere il venditore del Servizio a Tutele Graduali?

No, i clienti sono assegnati ai fornitori che sono stati selezionati tramite procedura concorsuale nelle diverse regioni e province d’Italia. Illumia S.P.A. è stata individuata come fornitore del Servizio a tutele graduali per i Clienti Domestici non Vulnerabili, a partire dal 1° luglio 2024 per le seguenti province: Provincia di Roma (escluso il comune), Firenze, Comune di Torino, Como, Varese, Provincia di Napoli (escluso il comune), Nuoro, Sassari

+Se non sono passato al mercato libero mi staccano l’energia elettrica?

No. Il Servizio a Tutele Graduali (STG) è stato istituito appunto per garantire una continuità della fornitura di energia elettrica ai domestici non vulnerabili che non avranno scelto un fornitore del mercato libero quando la Maggior Tutela non sarà più accessibile.

+Come sarà la fatturazione con Illumia?

La modalità di fatturazione e di pagamento sarà la medesima che avevi con il tuo precedente fornitore. Se oggi stai pagando le tue fatture con l’addebito diretto sul tuo conto corrente, continueremo con la modalità SEPA. Il rinnovo dell’addebito avrà efficacia a partire dal 2 settembre 2024. Se dovessi revocare l’autorizzazione prima di tale data, verrà revocato anche il mandato per l’addebito delle eventuali fatture non ancora emesse dal tuo precedente venditore. Se oggi stai pagando tramite bollettino postale, continuerai a pagare tramite questa modalità.

+Hai dei dubbi sul Servizio a Tutele Graduali?

Per maggiori informazioni contatta il nostro Servizio Clienti al numero 800 60 60 60 da telefono fisso oppure 051 600 80 66 da cellulare dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00 (ad esclusione dei giorni festivi).

Potrebbe interessarti

Servizio Tutele Graduali Microimprese

Scopri maggiori informazioni sul Servizio delle Tutele Graduali Microimprese

Scopri di più