Volture e Subentri

 

Le operazioni di voltura o subentro sono necessarie in caso di trasloco in una nuova abitazione o in un locale commerciale.

 

Si tratta di due operazioni differenti:

  • Voltura: nel caso in cui sono presenti un contatore e un contratto di fornitura attivo con Illumia e occorre solo cambiare l’intestatario dell’utenza.
  • Subentro: nel caso in cui è presente un contatore ma la fornitura è stata cessata, occorre riattivare la fornitura tramite un subentro, analogo alla richiesta di attivazione.

 

Entrambe le richieste (voltura e subentro) verranno eseguite mantenendo i dati tecnici (potenza e tensione) del contatore al momento della variazione contrattuale in caso di voltura o dell’attivazione in caso di subentro.

 

 

Come fare una voltura

Per effettuare una voltura occorre fornire ad Illumia i seguenti dati:

  • Codice POD in caso di contratto luce/codice PDR in caso di contratto gas
  • Nome Cognome/Ragione sociale e dati fiscali
  • Indirizzo sede di residenza o legale
  • Indirizzo sede invio fatture
  • Indirizzo sede di fornitura
  • Numero di telefono e indirizzo email
  • Rappresentante legale e codice fiscale rappresentante legale (in caso di cliente business)
  • Documento d’identità del rappresentante legale
  • Tipo di pagamento (se tramite addebito diretto fornire IBAN)
  • Lettura contatore e data lettura (per voltura gas)

 

La voltura avverrà sempre a partire dalla prima data utile, in quanto non è possibile procedere con volture retroattive.

 

Per eseguire una voltura contatta il servizio clienti Illumia scrivendo all’indirizzo email  servizioclienti@illumia.it o telefonando al numero verde 800.046.640 (da telefono fisso) o al numero 051.600.8080 (da cellulare).

 

 

Come fare un subentro

Per effettuare un subentro occorre fornire a Illumia i seguenti dati che puoi recuperare nella bolletta del precedente fornitore:

  1. Dati per subentro per contratto Luce:
    • Codice POD
    • Nome Cognome/Ragione sociale e dati fiscali
    • Indirizzo sede di residenza o legale
    • Indirizzo sede invio fatture
    • Indirizzo sede di fornitura
    • Tipo di utilizzo (domestico residente/non residente, altri usi, illuminazione pubblica)
    • Numero di telefono e indirizzo email
    • Rappresentante legale e codice fiscale rappresentante legale (in caso di cliente business)
    • Tipo di pagamento (se tramite addebito diretto fornire IBAN)
  1. Dati per subentro per contratto Gas:
    • Codice PDR
    • Nome Cognome/Ragione sociale e dati fiscali
    • Indirizzo sede di residenza o legale
    • Indirizzo sede invio fatture
    • Indirizzo sede di fornitura
    • Tipo di utilizzo (domestico, condominio, usi diversi)
    • Categoria uso (cottura cibi e/o produzione acqua calda; riscaldamento; riscaldamento, cottura cibi e/o produzione acqua calda)
    • Classe di prelievo (5 gg, 6gg, 7 gg, solo per clienti business)
    • Consumo annuo
    • Portata massima del contatore in kW (solo per clienti business)
    • Numero di telefono e indirizzo e-mail
    • Rappresentante legale e codice fiscale rappresentante legale (in caso di cliente business)
    • Tipo di pagamento (se tramite addebito diretto fornire IBAN)

Si precisa inoltre che, relativamente alla fornitura sia di luce che di gas, vengono eseguiti subentri esclusivamente per contatori cessati su richiesta del precedente intestatario e non distaccati per morosità.

 

Per eseguire un subentro contatta il servizio clienti Illumia scrivendo all’indirizzo email servizioclienti@illumia.it o telefonando al numero verde 800.046.640 (da telefono fisso) o al numero 051.600.8080 (da cellulare).

 

 

I costi di voltura e subentro

Per questo tipo di servizi Illumia applicherà i costi stabiliti dal distributore secondo quanto previsto dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente e un contributo in quota fissa pari a € 23,00, così come indicato nelle condizioni economiche.

 

 

Cosa succede in caso di bollette non pagate dal precedente intestatario

In caso di richiesta di voltura/subentro, al nuovo titolare dell’utenza non sarà richiesto di saldare gli eventuali insoluti del precedente intestatario, a meno che non sussistano rapporti di fatto o giuridici tali da presupporre una continuità tra di loro. Questo perché il nuovo titolare dell’utenza non è tenuto al pagamento di debiti pregressi ai quali egli sia del tutto estraneo.

Per questo motivo Illumia chiederà a colui che richiede una voltura/subentro di fornire la “dichiarazione di estraneità al debito del precedente intestatario”, scaricabile al seguente link.

Di seguito i principali casi in cui il richiedente voltura/subentro non si potrà dichiarare estraneo al debito del precedente intestatario:

  • il richiedente è convivente con il precedente titolare;
  • il richiedente è coniuge o parente di primo grado del precedente titolare;
  • voltura mortis causa;
  • cessione di azienda e fusione societaria.

 

A tutela del proprio credito, Illumia potrà effettuare verifiche, anche consultando database propri o pubblici, al fine di rilevare eventuali relazioni tra Cliente richiedente e precedenti intestatari; a seguito di queste verifiche, Illumia potrà anche decidere di non accogliere la richiesta di fornitura, dandone apposita comunicazione.