La Bolletta dell'Energia

Come si legge la bolletta ILLUMIA?

ILLUMIA ha fornito ai propri clienti un'utile e pratica guida alla lettura.

Quali sono le modalità di pagamento della bolletta?

ILLUMIA S.p.A. mette a disposizione le seguenti modalità di pagamento:

  • Domiciliazione bancaria (Sepa Direct Debit): addebito sul tuo conto corrente bancario o postale. Scegliendo questo metodo di pagamento non dovrai ricordarti della scadenza della bolletta.
  • Bonifico bancario.
  • Bollettino postale, allegato alla bolletta, da pagare presso qualsiasi ufficio postale o ricevitoria Lottomatica.

Cosa succede se mi scade la bolletta?

Il pagamento della bolletta deve essere effettuato entro la scadenza prevista e indicata sul documento stesso (bolletta). In caso contrario, ILLUMIA può richiedere, oltre al corrispettivo dovuto, il pagamento degli interessi di mora, calcolati nelle modalità riportate nelle condizioni generali di fornitura ed avviare la procedura di morosità secondo le modalità previste dalle delibere di settore. Nel caso venissero riscontrate difficoltà nel pagare la bolletta entro il termine indicato, bisogna contattare subito il Servizio Clienti ILLUMIA al Numero Verde 800 046 640 in modo da trovare la soluzione migliore alla problematica.

Come posso attivare la domiciliazione?

Per attivarla è sufficiente compilare il modulo SEPA Direct Debit (SDD) presso la propria banca o il proprio ufficio postale.

Come verifico l'esito della richiesta di domiciliazione?

E' possibile verificarlo direttamente sulla bolletta: sulla prima pagina è riportato l'istituto su cui è stato attivato il RID.

Posso ricevere la fattura al mio indirizzo di posta elettronica?

Si. Si può scegliere di ricevere la bolletta in formato digitale direttamente al proprio indirizzo di posta elettronica contattando il Servizio Clienti ILLUMIA al Numero Verde 800 046 640.

Come posso comunicare un avvenuto pagamento?

Per comunicare un avvenuto pagamento è necessario inviare un fax della ricevuta al numero 051/19985658 o inoltrare una e-mail all'indirizzo servizioclienti@illumia.it con allegata copia della ricevuta.

Come si determinano i consumi presenti in fattura?

Nel caso non siano pervenute le letture del Distributore Locale o il cliente non abbia fatto l'autolettura, ILLUMIA, come previsto da contratto, emette le bollette stimando il consumo attribuibile al cliente sulla base dei dati storici del cliente e di quanto comunicato in fase di stipula del contratto. Appena il distributore locale comunica la lettura, ILLUMIA S.p.A. li utilizza nella prima fattura utile (fattura di conguaglio) che rettifica i consumi precedentemente stimati.

Cosa sono i ricalcoli?

La voce ''Ricalcoli'' indica che la bolletta contiene un ricalcolo di consumi o corrispettivi già fatturati in precedenti bollette.

I tipi di ricalcoli presenti in fattura sono i seguenti: 

  • RICALCOLI CONSUMI PRECEDENTEMENTE STIMATI

Tale ricalcolo scaturisce nel momento in cui si rendano disponibili le letture effettive ed i relativi consumi effettivi a seguito di precedenti bollette basate su letture stimate e relativi consumi stimati.

  •  RICALCOLI CONSUMI PER ALTRE MOTIVAZIONI

Tale ricalcolo scaturisce al verificarsi dei seguenti due casi :

1)    Caso in cui sia intervenuta una modifica dei dati di misura:

a)    Misura che sostituisce una misura fornita precedentemente errata -> viene inserita tale motivazione nel caso in cui siamo in presenza di una variazione di quantità fatturata (kWh) dovuta ad una rettifica di lettura inviata dal Distributore

b)    Ricostruzione per malfunzionamento misuratore -> viene inserita tale motivazione nel caso in cui siamo in presenza di una variazione di quantità fatturata (kWh) dovuta al malfunzionamento del misuratore

c)    Ricostruzione per frode -> viene inserita tale motivazione nel caso in cui siamo in presenza di una variazione di quantità fatturata (kWh) dovuta alla manomissione del misuratore

d)    Ricalcolo per lettura precedentemente errata -> viene inserita tale motivazione nel caso in cui siamo in presenza di una variazione di quantità fatturata (kWh) dovuta ad una rettifica di lettura inviata dal Distributore e per cui non è presente la motivazione del ricalcolo nella colonna “Motivazione” dei flussi 65/2012.

2)    Caso in cui sia intervenuta una modifica delle componenti di prezzo applicate

a)    Ricalcolo in virtù di una specifica norma contrattuale -> viene inserita tale motivazione quando si è riscontrato una variazione del prezzo unitario (dovuto all’aggiornamento dei prezzi delle componenti da Delibera) relativo alla componente dispacciamento.

b)    Ricalcolo per errore nel sistema di fatturazione -> viene inserita tale motivazione quando si è riscontrato un errore nel calcolo del prezzo unitario

c)    Ricalcolo per variazione di prezzo (motivazione di default) : viene inserita tale motivazione quando si è riscontrato una variazione del prezzo unitario delle componenti relative alla sezione “Spesa per il trasporto e la gestione del contatore” o “Spesa per gli oneri di sistema”.